Vai al contenuto principale
Cos'è un bonifico SEPA?
Aggiornato oltre una settimana fa

Avrete sicuramente sentito parlare dei bonifici SEPA senza sapere a cosa servono realmente. I bonifici SEPA sono un sistema di bonifici su scala europea che permettono di trasferire denaro all’interno della zona unica di pagamenti in euro. Questo rappresenta uno dei metodi più veloci, meno cari e più sicuri per effettuare pagamenti all’interno dei 36 stati membri della zona SEPA e dei territori ad essa associati.

Cosa significa zona SEPA? 🇪🇺

La zona SEPA (Zona unica di pagamenti in Euro - Single Euro Payments Area) descrive un insieme di paesi che hanno scelto di aderire a questo progetto economico al fine di rendere le operazioni bancarie eseguite in euro semplici come quelle nazionali.

Quali sono i paesi inclusi nella zona SEPA? 🌎

Il circuito SEPA conta attualmente 36 stati membri :

  • 27 paesi dell’Unione Europea (ad esempio, Spagna, Francia, Germania, Italia)

  • Quattro paesi membri dell’Associazione europea del libero scambio (Liechtenstein, Norvegia, Islanda e Svizzera)

  • Quattro micro stati che hanno degli accordi speciali con l'UE (Città del Vaticano, San Marino, Monaco, Andorra)

  • Il Regno Unito, anche se ha lasciato l’UE, è ancora considerato membro della zona SEPA e dovrebbe farne parte, anche dopo l’uscita ufficiale

Come funziona un bonifico bancario SEPA ? 🚀

Esistono tre tipi di operazioni bancarie SEPA, tutte accessibili tramite il conto Qonto e le carte ad esso associate:

  • I bonifici SEPA;

  • I bonifici SEPA istantanei (disponibili sia per le operazioni in entrata che in uscita);

  • I prelievi SEPA.

I bonifici ordinari SEPA vengono eseguiti inserendo il nome del beneficiario, l’IBAN (Numero di conto bancario internazionale) ed eventualmente il BIC (Codice d’identificazione bancaria). Una volta che il bonifico viene disposto, il beneficiario riceverà l’importo entro uno o due giorni lavorativi nel caso di un bonifico SEPA ordinario e 10 secondi per un SEPA istantaneo, previa autorizzazione da parte dell’istituto bancario.

Per esempio, se vuoi inviare 1.000€ dal tuo conto Qonto a un conto in Polonia, puoi scegliere il bonifico SEPA. Infatti, entrambi i Paesi fanno parte della zona SEPA.

Qonto trasferirà i 1.000 euro dal tuo conto a quello del tuo beneficiario in Polonia grazie all'IBAN e al BIC, che identificano il conto bancario. La ricezione del bonifico avverrà sul conto beneficiario entro 24-72 ore se hai scelto un SEPA standard o solo 10 secondi in caso di SEPA istantaneo.

Lista dei paesi SEPA 🇪🇺

SEPA, nome ben conosciuto dagli europei e coloro che hanno legami con l’Europa, è l’acronimo di Single Euro Payments Area, e il trasferimento di fondi SEPA è un’iniziativa dei governi dei paesi dell’Unione Europea che semplifica i bonifici bancari categorizzati in EUR.

Da Gennaio 2021, il circuito SEPA conta 36 stati membri:

Paesi della zona Euro dell’Unione Europea:

  • Austria

  • Belgio

  • Cipro

  • Croazia

  • Estonia

  • Finlandia

  • Francia (comprendendo la Guinea Francese, la Guadeloupe, la Martinica, Mayotte, Saint-Barthélemy, Saint-Martin (parte francese), la Réunion e Saint-Pierre-e Miquelon)

  • Germania

  • Grecia

  • Irlanda

  • Italia

  • Lettonia

  • Lituania

  • Lussemburgo

  • Malta

  • Paesi Bassi

  • Portogallo (ivi comprese le Azzorre e Madera)

  • Slovacchia

  • Slovenia

  • Spagna (ivi comprese le isole Canarie, Ceuta et Melilla)

Paesi fuori dalla zona Euro all’interno dell'UE:

Il sistema SEPA attuale, si applica in maniera complementare ai bonifici eseguiti nei paesi SEPA che non fanno parte della zona euro. In questi paesi, è ancora possibile ricevere ed effettuare bonifici attraverso i due sistemi: SEPA per i pagamenti in euro e quello nazionale per i movimenti nelle rispettive valute nazionali. DI seguito la lista dei paesi contemplati:

  • Bulgaria

  • Repubblica ceca

  • Danimarca

  • Ungheria

  • Polonia

  • Romania

  • Svezia

  • Regno Unito (compresa Gibilterra)

Paesi SEPA al di fuori dell’Unione Europea :

Il sistema SEPA è attualmente in vigore in alcuni paesi supplementari che non hanno adottato l’Euro, in parallelo a dei sistemi di pagamento nazionale:

  • Islanda

  • Liechtenstein

  • Norvegia

  • Monaco

  • Svizzera

  • San Marino

Hai ricevuto la risposta alla tua domanda?