Vai al contenuto principale
Tutte le collezioniGestione delle carte e delle transazioni con cartaTransazioni
Come posso contestare una transazione? Quali sono i criteri di ammissibilità?
Come posso contestare una transazione? Quali sono i criteri di ammissibilità?
Aggiornato oltre una settimana fa

Come posso contestare una transazione? Quali sono i criteri di eleggibilità?


Che cos'è un chargeback?

Il chargeback è un processo che consente ai titolari di carta di credito di contestare una transazione e richiedere un rimborso alla propria banca. È un meccanismo di protezione per i consumatori per recuperare fondi da transazioni fraudolente o contestate.

Se una transazione viene identificata come fraudolenta, si qualifica automaticamente per un chargeback. Ciò include le transazioni non autorizzate effettuate all'insaputa o senza il consenso del titolare della carta.


Quando posso contestare una transazione?

☝🏼 È possibile contestare una transazione solo quando questa è stata completata. Quando un pagamento è in fase di elaborazione significa che i fondi non sono stati completamente trasferiti dalla banca del titolare della carta alla banca dell'esercente. Nel frattempo, si consiglia di contattare l'esercente per annullare il pagamento.

Quali sono i tempi massimi per contestare una transazione?

Il tempo per contestare una transazione può variare a seconda del tipo di controversia:

  • Se si tratta di una controversia commerciale o di un bancomat, avete 90 giorni dalla data di completamento della transazione per contestarla;

  • Se si tratta di una frode, avete 8 settimane dalla data di completamento della transazione per contestarla.

Devo contattare l'esercente prima di avviare una controversia?

Quando una transazione è stata autorizzata dal titolare della carta, è necessario contattare l'esercente e fornire la documentazione relativa alla transazione contestata prima di avviare la controversia. Assicurati di aver tentato di risolvere il problema direttamente con l'esercente. L'esercente ha un termine di 7 giorni per risolvere la controversia. Se la risposta non è soddisfacente o non hai ricevuto alcuna risposta, puoi effettuare un reclamo della transazione dalla tua app.

Perché un abbonamento non è rimborsabile?

Gli abbonamenti non sono generalmente idonei al rimborso dei chargeback perché comportano pagamenti ricorrenti concordati. Quando un cliente sottoscrive un abbonamento, autorizza il commerciante ad addebitare il suo conto a intervalli regolari. I chargeback sono concepiti per contestare transazioni non autorizzate o fraudolente, non per cancellare un servizio o un abbonamento inizialmente autorizzato dal cliente. Per interrompere un abbonamento, il cliente deve annullarlo direttamente con il commerciante in base ai termini e alle condizioni dell'abbonamento.

Hai ricevuto la risposta alla tua domanda?